Gran Riserva


Il Riso Carnaroli Gran Riserva di Sibari è particolare perchè: qui le caratteristiche del terreno e del microclima sono le più favorevoli a questo tipo di coltivazione.
La terra, argillosa e ricca di limo, mantiene intatta la ricchezza.
La rigorosa selezione delle sementi ne garantisce la massima purezza varietale. La coltivazione segue scrupolosamente le antiche tecniche agronomiche, rispettose della natura. La semina avviene a densità ridotta per ottenere un prodotto di altissima qualità .Per questa particolare riserva vengono selezionate soltanto le spighe del cuore della risaia: è nel centro, infatti, che si avverte la minor escursione termica e il riso non subisce sbalzi di temperatura, mantenendo inalterate le sue caratteristiche nutrizionali e di sapore. Una volta raccolto, il riso è poi trattato con una tecnica antica, la pilatura a pietra. In questo modo i chicchi non vengono stressati da una lavorazione con metallo, che li riscalderebbe troppo e ne altererebbe la struttura.

E per finire, come se il riso fosse un vino di pregio, si prevede la stagionatura di un anno. Questa particolare cura, per il riso, è un’ assoluta novità: permette di eliminare completamente l’ umidità in eccesso presente nel chicco dopo la pilatura. In questo modo, gli amidi del riso sono del tutto asciutti e durante la cottura e la mantecatura sono gradualmente rilasciati: è a loro che si deve quella perfetta cremina che è una delle caratteristiche principali del nostro amato risotto. Il risultato finale di questo lungo processo è un riso dai chicchi corposi, con un retrogusto dolce, che tiene la cottura e assorbe bene i condimenti. Nasce così un riso di “qualità extra”, quasi senza imperfezioni, vero e proprio miracolo della natura, definito dagli esperti – anche per questa inspiegabile magia- “il miglior riso al mondo”. Un prodotto superiore che l’elegante confezione esalta ulteriormente.

Il riso Arborio è un prodotto molto conosciuto e apprezzato per le sue caratteristiche.Ha chicchi grandi e perlati che aumentano di volume durante la cottura. Ha una resa elevata e un particolare comportamento in cottura: durante la preparazione, infatti, i granelli cuociono perfettamente ed in maniera uniforme ma mantengono al dente il nucleo centrale ricco di amido. E’ perfetto per i risotti o qualsiasi preparazione di riso asciutto.

Il riso Carnaroli è ricco di amilosio, sostanza che contribuisce a rendere consistente il chicco.Possiede ottimo equilibrio tra la buona capacità di assorbimento e poca perdita di amido che garantisce un’ottima tenuta di cottura. Diventa così un riso eccellente, particolarmente apprezzato dai grandi chef ed è indicato per risotti e piatti pregiati.

Il Gange si presta per la preparazione di piatti unici a base di carne e di pesce, ma può essere utilizzato anche come contorno e nelle insalate.

Il suo tempo di cottura è di circa 15/17 minuti.

 

 

 

Il riso Nerone è un riso integrale dal colore viola scuro quasi nero con un gusto particolarissimo e un profumo di pane appena sfornato.
La colorazione è naturale perché il pericarpo, la pellicola più esterna, ha il colore dell’ebano. Originario della Cina dove fino all’ottocento veniva coltivato solo per l’Imperatore e la sua corte.

Il suo nome, dedicato alla Dea dell’Amore, deriva dal fatto che nell’antica Cina veniva considerato altamente afrodisiaco.

Top